DINO CAMPANA: LINGUA, REALTA E FOLLIA.

La lingua poetica di Campana sconvolge l'ordine sintattico in vari modi: impasto fra le varie lingue che il poeta conosceva (francese, spagnolo, tedesco, inglese, oltre al latino e al greco, allora di norma per un italiano della sua cultura); ripetizioni ossessive; frasi lunghe con il verbo rinviato alla fine del periodo; termini di dubbia interpretazione … Continua a leggere DINO CAMPANA: LINGUA, REALTA E FOLLIA.