Dino Campana? “Un creativo”

In evidenza

Una nuova definizione del poeta emersa nel convegno organizzato dal Centro Studi Campaniani di Marradi La capacità di esprimere il proprio pensiero in modo originale, unico, irripetibile tipica di un pensiero divergente, accompagnata ad una sensibilità estrema era la caratteristica geneticamente determinata di Dino Campana. Lo ha affermato il prof. Giulio Perugi, psichiatra, docente all’università … Continua a leggere Dino Campana? “Un creativo”

CATALOGO DEGLI SCRITTI (1912 – 2002)

a cura di Franco Scalini CON APPENDICE DI CONTRIBUTI DI Pedro Luis Ladrón de Guevara Mellado e Rodolfo Ridolfi Prefazione La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l’informazione e l’editoria, ha assegnato al Centro Studi Campaniani di Marradi il Premio della Cultura. L’ambitissimo riconoscimento premia la nostra attività che mai come nell’ultimo biennio aveva  … Continua a leggere CATALOGO DEGLI SCRITTI (1912 – 2002)

Campana Veggente

Veggente, visionario, orfico, germanico, mediterraneo, allucinato, fantastico vagabondo dello spirito, poeta della notte, poeta barbaro, Rimbaud della Romagna. Queste formule con cui i critici hanno cercato di chiarire la personalità poetica di Dino Campana non riescono a pieno, nessuna, ad illuminare “il segreto umano” del poeta perché come tutte le definizioni limitano in un ambito … Continua a leggere Campana Veggente

SULLA PRESENZA DI MICHELANGELO BUONARROTI NELLA POESIA DI DINO CAMPANA

Comunicazione di Rodolfo Ridolfi Presidente In occasione del Convegno tenutosi a Castelnaudary (Francia) nel dicembre scorso. “La musica, il colore, la pittura, la scultura e l’architettura sono palpabilmente presenti nella “poetica campaniana”. Nella sua opera che è traduzione letteraria della sua alta cultura decisivo è il rapporto con la pittura e con la scultura , … Continua a leggere SULLA PRESENZA DI MICHELANGELO BUONARROTI NELLA POESIA DI DINO CAMPANA

Sur la présence de Michel Ange Buonarroti dans la poësie de Dino Campana

de Rodolfo Ridolfi La musique, la couleur, la sculpture et l’architcture sont palpablement preséntes dans la“poëtique campanienne”. Dans son oeuvre, qui est la traduction littéraire de sa haute culture, decisifs sont le rapports avec la peinture et la sculpture, Giotto, Michel Ange, Raphaël Léonard sont entre les citations des Chants Orphiques que Campana préfēre. Dans … Continua a leggere Sur la présence de Michel Ange Buonarroti dans la poësie de Dino Campana

Sulla presenza di Leopardi nella poetica di Dino Campana

Rodolfo Ridolfi Presidente In occasione del Convegno tenutosi all’Università di Macerata “O poesia tu più non tornerai” Campana-Moderno . Veggente, visionario, orfico, germanico, mediterraneo, allucinato, fantastico vagabondo dello spirito, poeta della notte, poeta barbaro, Rimbaud della Romagna. Queste formule con cui i critici hanno cercato di chiarire la personalità poetica di Dino Campana non riescono … Continua a leggere Sulla presenza di Leopardi nella poetica di Dino Campana

IL RAPPORTO DI DINO CAMPANA CON IL REGIO ESERCITO: IL POETA DI MARRADI CHE NON FREQUENTO’ L’ACCADEMIA DI MODENA FU A RAVENNA ALLIEVO DEL 40° REGGIMENTO FANTERIA DAL 4 GENNAIO DEL 1903 AL 4 GOSTO DEL 1904

Centro Studi Campaniani “Enrico Consolini”Premio Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri Marradi,13 agosto 2004 di Rodolfo Ridolfi La notizia che vuole Dino Campana nei primi otto mesi del 1904 presso l' Accademia Militare di Modena è infondata ed inequivocabilmente smentita dai dati del Registro di Leva del Distretto militare di Firenze, “anno 1885" e … Continua a leggere IL RAPPORTO DI DINO CAMPANA CON IL REGIO ESERCITO: IL POETA DI MARRADI CHE NON FREQUENTO’ L’ACCADEMIA DI MODENA FU A RAVENNA ALLIEVO DEL 40° REGGIMENTO FANTERIA DAL 4 GENNAIO DEL 1903 AL 4 GOSTO DEL 1904